Nel Disturbo Dipendente di Personalità In cosa consiste lo stato di “overwhelming”?

In linea generale è possibile identificare  un set di stati mentali tipico, rigido al mutare dei contesti per ciascun disturbo di personalità. Nello specifico, per quanto riguarda il disturbo dipendente di personalità lo stato mentale tipico, in riferimento allo schema del sé,  oscilla tra stato desiderato di autoefficacia (sé competente in presenza dell’altro, padronanza, senso di calore, sicurezza, gioia e benessere) e stato temuto di vuoto terrifico e disorganizzato, in cui predomina una rappresentazione di sé inadeguato (fragilità in assenza dell’altro, senso di abbandono e perdita); in riferimento allo schema delle relazioni interpersonali esso è caratterizzato dallo stato di overwhelming e dallo stato di coercizione.

Quando i nostri scopi affiorano alla coscienza in maniera disregolata veniamo ad essere paralizzati nel rapporto con il mondo. Il processo di regolazione può risultare deficitario per difetto o per eccesso.

Lo stato di overwhelming,  in particolare, consiste in una rappresentazione caotica e contemporanea di molteplici scopi e compiti accompagnata da un’incapacità di selezionarne uno su cui concentrare l’attenzione. In questo stato l’individuo passa continuamente da un compito all’altro senza organizzare piani e stabilire priorità. Tale stato comporta dunque una sensazione di confusione, abbattimento e bassa efficacia personale ed è legato allo schema delle relazioni interpersonali dei soggetti con DDP,  caratterizzato da compiacenza, bisogno di accontentare tutti e necessità di far propri gli scopi delle figure di riferimento: i vari contesti sociali attivano molteplici scopi spesso in conflitto tra loro, nei confronti dei quali il soggetto non è in grado di stabilire gerarchie di rilevanza che consentirebbero la scelta consapevole  di uno scopo.

L’esperienza di overwhelming è comune anche ai soggetti depressi, ma in tal caso essa sembra legata più ad una bassa rappresentazione delle risorse che ad un’eccessiva  rappresentazione dei compiti. 



Ambiti di Intervento

  • Consulenza e psicoterapia individuale e di coppia
  • Trattamento di disturbi d’ansia, attacchi di panico e depressione
  • Disturbi del comportamento alimentare (anoressia, bulimia, abbuffate compulsive)
  • Colloqui di sostegno psicologico (per problematiche legate a stress, autostima)
  • Consulenze sessuali
  • Disturbo ossessivo compulsivo
  • Consulenza psicologica rivolta al singolo, ai genitori, alle famiglie per minori a rischio

Dott.ssa Mariella Spilabotte | Via Madonna della Neve, 68 - 03100 Frosinone | Poliambulatorio BIOLAB - 03029 Castelmassimo (FR) - 57, v. S. Maria | Tel. 346.3577522
E-mail:
mariellaspilabotte@gmail.com | privacy


Iscritta all'Albo degli Psicologi dal 09/09/1996 N. 6739

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione.
I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento.
La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2015 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dr.ssa Mariella Spilabotte.
Ultima modifica: 19/02/2016