La Gelosia

Gelosia

Conseguenze cognitive e comportamentali nella relazione con il partner

CHE COS’E’ LA GELOSIA

In questo breve articolo prenderemo in considerazione alcune delle caratteristiche più comuni che suscitano gelosia.
La gelosia è un’emozione che se vissuta in modo intenso può essere altamente distruttiva, tanto da spingere l’individuo ad atti di aggressività, violenza fisica e verbale, sino ad arrivare nei casi più estremi alla soppressione dell’altro. E’ supportata dalla convinzione erronea e inflessibile che il sentimento di amore del partner DEVE essere esclusivo e PER SEMPRE.
E’ generata da credenze deleterie quando l’individuo è ossessionato dell’idea che la propria relazione sia minacciata dall’intrusione di un’altra persona.
L’eccessiva gelosia è un sentimento doloroso sia per la persona che la prova che per il partner che la subisce.
Chi prova gelosia spesso è invaso da altre emozioni negative quali l’ansia eccessiva, la rabbia e la depressione.
L’individuo geloso mette in atto comportamenti di controllo di ogni movimento del proprio partener: legge i suoi messaggi, mail, nota il modo in cui si veste e ne chiede spiegazione, è sospettoso, possessivo e sorveglia il modo di porsi del partner quando è da solo e quando si relazione con gli altri. Si tormenta mentalmente e ciò lo conduce ad incolpare in modo ingiusto il partener.

ALCUNE CONVINZIONI ERRONEE CHE GENERANO LA GELOSIA:

  • Il/la mio/a partner guarda un’altra persona: “non deve farlo, le piace di più di me. Questo significa che io non gli piaccio più”;
  • “ Ho bisogno di essere assolutamente certo che il mio partener sia solo e per sempre interessato a me. Non sopporto l’idea che possa piacergli un altro”;
  • “Non deve lasciarmi mai. Deve amare solo me. Altrimenti è spregevole!”
  • “Non posso tollerare che il mio partner abbia amato qualcun altro. Devo essere l’unica persona che abbia mai amato. Devo essere sempre al centro della sua attenzione”.

CONSEGUENZE COGNITIVE DELLA GELOSIA NELLA RELAZIONE INTIMA

  • Si vedono minacce non esistenti nella relazione;
  • Si crede che la propria relazione intima stia per finire;
  • Si attribuisce una connotazione affettiva e/o sessuale a una normale conversazione del partner con un’altra persona;
  • Si formulano ipotesi continue di tradimento del partner;
  • Si pensa che se il partner da attenzione o ammira una persona,  allora non gli si piace più e presto vi lascerà per stare con l’altra;
  • Si è sempre insicuri e si richiedono continue conferme dell’amore che il partner prova per voi.

CONSEGUENZE COMPORTAMENTALI DELLA GELOSIA NELLA RELAZIONE INTIMA

  • Controllo ossessivo di ogni comportamento del partner (sentimenti, azioni, pensieri ecc);
  • Ricerca ossessiva delle prove che dimostrino l’infedeltà del partner;
  • Si mettono in atto comportamenti che limitano la libertà del partner;
  • Il partner viene sottoposto a continue prove da superare che dimostrino amore;
  • Si mettono in atto vendette per presunti tradimenti;
  • Espressioni facciali che denotano dubbio e sospetto.

CONSEGUENZE EMOTIVE  DELLA GELOSIA NELLA RELAZIONE INTIMA

  • Ansia;
  • Rabbia;
  • Ira;
  • Depressione;
  • Insicurezza;
  • Frustrazione.

Potete valutare se siete gelosi facendo attenzione alle vostre conseguenze cognitive, comportamentali ed emotive.
Se così fosse questo potrebbe significare che siete dipendenti dai pensieri, sentimenti e comportamenti del vostro partener nei vostri confronti, che però non posso essere controllati.
Avere attenzioni dal partner è importante, ma ciò non deve arrivare a condizionare intimamente la vostra vita.

BIBLIOGRAFIA

  • A. Joseph e M. Chapman “Psicologo di te stesso – I risultati più efficaci con le TCC”
    Vallardi  2015


Ambiti di Intervento

  • Consulenza e psicoterapia individuale e di coppia
  • Trattamento di disturbi d’ansia, attacchi di panico e depressione
  • Disturbi del comportamento alimentare (anoressia, bulimia, abbuffate compulsive)
  • Colloqui di sostegno psicologico (per problematiche legate a stress, autostima)
  • Consulenze sessuali
  • Disturbo ossessivo compulsivo
  • Consulenza psicologica rivolta al singolo, ai genitori, alle famiglie per minori a rischio

Dott.ssa Mariella Spilabotte | Via Madonna della Neve, 68 - 03100 Frosinone | Poliambulatorio BIOLAB - 03029 Castelmassimo (FR) - 57, v. S. Maria | Tel. 338. 4709089
E-mail:
mariellaspilabotte@gmail.com | privacy


Iscritta all'Albo degli Psicologi dal 09/09/1996 N. 6739

AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non vanno utilizzate come strumento di autodiagnosi o di automedicazione.
I consigli forniti via web o email vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento.
La visita psicologica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.

©2015 Tutti i testi presenti su questo sito sono di proprietà della Dr.ssa Mariella Spilabotte.
Ultima modifica: 19/02/2016