La Terapia di Coppia

terapia di coppia frosinone

Alcuni studiosi hanno identificato alcuni errori di pensiero che possono caratterizzare le relazioni di coppia che stanno attraversando una fase di crisi.

Inferenza Arbitraria: Si presenta come la tendenza a trarre conclusioni affrettate senza avere a disposizione prove evidenti che le giustifichino.

Astrazione Selettiva: L’ attenzione si focalizza su alcuni dettagli, e si tende ad ignorare altre importanti informazioni. Per esempio: Un marito risponde a monosillabi alla moglie. La stessa desumerà da ciò la seguente conclusione: “ sicuramente sarà arrabbiato con me”.

Ipergeneralizzazione: Le conclusioni e i dati relativi a qualche situazione vengono estesi a ogni nuovo scenario, ed eventi isolati vengono considerati la prova di veridicità. Esempio: “La mia compagna mi ha detto che non le piace la mia nuova cravatta. Ecco, non le va mai bene niente!”

Esagerazione e Minimizzazione: Ci si orienta verso gli estremi, visualizzando come unica probabilità quella negativa e non considerando le eventualità positive. Esempio: Un marito effettua una spesa per l’acquisto di alcuni oggetti. La moglie, facendo qualche calcolo, si arrabbia, e gli dice con un tono perentorio: “ Siamo rovinati!”

Personalizzazione: Si crede che gli altri si comportino negativamente a causa nostra, senza prendere in considerazione spiegazioni più plausibili per il loro comportamento. Esempio: “il mio compagno mi ha detto che avrebbe preferito la pasta al sugo alla zuppa di verdure. Evidentemente detesta come cucino.”

PENSIERO “TUTTO O NULLA” (chiamato anche pensiero bianco o nero, polarizzato o dicotomico): Gli eventi vengono visti come tutti bianchi o tutti neri, buoni o cattivi. Si ha un’insistenza su scelte e valutazioni estreme. Ci si può sentire perfetti o completamente imperfetti. Non esiste una via di mezzo. Si considerano gli eventi o le persone in termini di tutto o nulla. Esempio: Una moglie dice al proprio marito: “Parlare con te è una totale perdita di tempo”. Altro esempio di questo modo di pensare è: “O mi riprendo o mia moglie mi lascerà”.

Etichettamento: Si attribuiscono dei tratti globali negativi a se stessi e agli altri, in base a delle imperfezioni e agli errori commessi in passato. Esempio: “non riesco mai a stirare bene le camicie, sono proprio una imbranata”.

Visione a Tunnel: Si tende a vedere solo gli aspetti negativi di una situazione. Quando i componenti di una coppia ragionano in questo modo vedono soltanto ciò che collima con il loro atteggiamento o stato mentale. Altri aspetti importanti sono cancellati, censurati o minimizzati. Esempio: “Abbiamo litigato quasi tutto il giorno”. (In realtà, ad un esame più attento ed accurato, si arriva alla conclusione che il litigio è durato solo per un breve tempo dell’intera giornata).

Interpretazione Distorta: Nei momenti di crisi delle coppie, i partner tendono a ragionare in modo tale da presumere che il comportamento dell’altro scaturisca da intenzioni non benevole. Esempio: “E’ gentile con me, perché vuole qualcosa in cambio. Mi sta fregando”.

Lettura del pensiero: I partner credono di sapere quello che l’altro pensa e prova, o il motivo per cui agisce in un certo modo, evitando di considerare più probabili possibilità. In altre parole, il partner diventa abile a prevedere quello che l’altro pensa di sè (palla di vetro). Esempio: “Mio marito mi abbraccia, ma so che non mi perdonerà.”

Durante la terapia cognitivo-comportamentale, il terapeuta aiuta entrambi i partner ad individuare questi errori di pensiero e a valutare quanto siano realmente accurati e utili. Attraverso poi delle strategie specifiche si insegna alla coppia come poter formulare dei pensieri e delle risposte alternative e più equilibrate.

Bibliografia

Frank M. Dattilio. Terapia cognitivo-comportamentale per le coppie e le famiglie. Firenze. Eclipsi


Articolo a cura della
Dr.ssa Mariella Spilabotte
Psicologa e Psicoterapeuta a Frosinone

Dr.ssa Mariella Spilabotte

Psicologa e Psicoterapeuta a Frosinone
P.I. 2389810603
Iscritta all’Albo Professionale degli Psicologi della regione Lazio n. 6739
Laureata in Psicologia

Dove opero
© 2019. «powered by Psicologi Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.